Come rendere la tua casa sicura dai furti

Le vacanze sono un’occasione unica per staccare la spina dalla solita routine e vivere giorni sereni insieme a tutta la famiglia, ma quando il gatto non c’è, si sa, i topi ballano e quelli da appartamento non fanno certo eccezione.

Se stai pensando di lasciare la tua casa incustodita senza avere l’angoscia di trovare al rientro spiacevoli sorprese, è necessario adottare soluzioni e dispositivi in grado di tenere lontano i malintenzionati.

Le statistiche parlano chiaro: il 70% delle effrazioni avviene in seguito alla forzatura delle finestre, quindi installare infissi in grado di garantire ottimi parametri di resistenza è il primo passo per rendere la tua casa sicura dai furti.

5 elementi di una finestra a prova di scasso

1. La ferramenta

Un aspetto da considerare per avere una casa sicura dai furti è sicuramente la ferramentaovvero tutte le parti in metallo degli infissi, come ad esempio le cerniere e le maniglie. 

Le finestre Oknoplast, già nella loro versione standard, sono provviste dei riscontri antiscasso Safety Plus che proteggono l’anta dai tentativi di forzatura. I riscontri o fermo asta servono a fissare l’anta al telaio e a rendere l’infisso più resistente agli attacchi degli scassinatori. 

I riscontri Safety Plus funzionano in sinergia con i nottolini i.S (intelligente Sicherheit – sicurezza intelligente) e l’incastro che si viene a creare tra i due garantisce la presenza di punti sicuri, bloccati da un meccanismo a chiavistello. In questo modo, l’anta aderisce strettamente al telaio rafforzando la struttura della finestra.

Per le zone o situazioni particolarmente a rischio è possibile aumentare il grado di sicurezza scegliendo una ferramenta RC1 e RC2 che si distingue da quella standard per la presenza di un maggior numero di riscontri antieffrazione. Nel primo caso, ogni anta è protetta su 4 angoli, nel secondo, invece, la collocazione degli elementi antieffrazione è distribuita su tutta la superficie dell’anta, non solo sugli angoli (si può arrivare anche ad avere fino a 15 riscontri).

Dettaglio Finestra a bilico di Oknoplast

2. La maniglia

Tra i componenti della ferramenta un elemento da non trascurare per avere finestre a prova di ladro è la maniglia che, se non rinforzata a dovere, rischia di non reggere ai tentativi di scasso.

Ci sono diverse soluzioni per rinforzare le maniglie: 

  • Maniglie con chiave o con pulsante autobloccante: qualora il ladro tentasse uno scasso dall’esterno verrebbe innescato un sistema autobloccante che impedisce la forzatura e apertura della maniglia.
  • Se non vuoi cambiare le maniglie delle tue finestre, puoi verificare se è possibile renderle più sicure installando delle rosette che servono a bloccare la maniglia dall’interno. In questo modo gli scassinatori non riescono a ruotarla dall’esterno.
  • Per le maniglie delle finestre scorrevoli si applicano di solito delle placche di blocco o le piastre anti trapano che impediscono di perforare il perno della maniglia dall’esterno.

Cambiare infissi e serramenti

3. Il vetro

Un’altra componente fondamentale per rendere la tua casa sicura dai furti è la scelta del vetro: per completare l’assetto antieffrazione della finestra è consigliabile scegliere dei vetri di sicurezza o vetri antieffrazione. Le tipologie più utilizzate in questo senso sono le vetrate stratificate, così denominate perché le lastre di vetro sono appoggiate l’una sull’altra e unite da una pellicola trasparente

Il vetro P4 Oknoplast, ad esempio, grazie alla sua struttura è in grado di resistere anche ai colpi di martello. È costituito da due lastre da 4 mm unite da 2 o 4 pellicole da 0.38mm ciascuna che, in caso di rottura, trattengono i frammenti di vetro, bloccando efficacemente il tentativo di intrusione. 

4. Gli avvolgibili

Anche gli avvolgibili svolgono un’importante funzione antieffrazione. Sarebbe quindi consigliabile valutare la possibilità di collegare gli avvolgibili con l’impianto di antifurto e con un sistema di comando intelligente che, alzando ed abbassando le tapparelle agli orari stabiliti, darà l’impressione che la casa sia sempre abitata, scoraggiando qualunque tentativo di intrusione. A questo scopo si rivela utilissimo il sistema TaHoma di Somfy che può controllare a distanza le tapparelle, l’illuminazione, le tende interne ed esterne da qualsiasi dispositivo, ovunque tu sia.

Traslante scorrevole PSK con tapparelle Oknoplast

5. Sistemi di allarme per infissi

Come abbiamo accennato nel paragrafo precedente, un modo per rendere la casa sicura dai furti è collegare le finestre a dei sensori di allarme

Le tipologie di sensori che possono essere applicate ai serramenti sono: 

  • sensori ad infrarossi attivi: sono molto sensibili e possono scattare anche a causa del movimento delle foglie o di animali di piccole dimensioni. Per questo motivo è necessario tararli per farli partire solo se vengono bloccate le trasmissioni di più raggi infrarossi. Sono molto sottili e si adattano bene ad essere posizionati sugli infissi esterni. Hanno inoltre il vantaggio di essere molto sicuri e riescono a manometterli solo i ladri più esperti.

  • Le barriere di allarme a tenda: sono di tipo verticale e fungono da protezione tra l’esterno e l’interno. Se li posizioni sulle finestre puoi tranquillamente accendere l’allarme anche quando sei in casa, in quanto scatterà solo se si tenterà di oltrepassare la barriera. Devi però prestare attenzione a non aprire completamente le tapparelle, perchè potrebbero fare scattare l’allarme a tenda. Non possono infine essere installati se sugli infissi ci sono delle zanzariere.

  • I contatti magnetici: si applicano sul battente e sul telaio e scattano quando si tenta di aprire il serramento. Tra quelli esposti sono, di norma, il metodo più economico.

 

In questo breve articolo abbiamo descritto i principali sistemi di protezione applicati alle finestre con lo scopo rendere la casa sicura dai furti. Se sei interessato ad avere un panoramica su tutti gli accorgimenti che assicurano la tua abitazione dai tentativi di scasso da parte di ladri e malintenzionati, ti consigliamo di leggere l’articolo dedicato.

Trova rivenditore

Posted by Oknoplast

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *