Dopo aver parlato dell’importanza dello scegliere serramenti in pvc di qualità, è altrettanto importante capire quali sono i vari aspetti da considerare per acquistare dei vetri per finestre performanti e che rispondano al meglio alle tue esigenze. Questi infatti occupano la maggior parte della superficie dell’infisso e sono determinanti per:

  • L’isolamento termico e il risparmio energetico che ne deriva;
  • L’isolamento acustico;
  • La luminosità degli ambienti;
  • La sicurezza della tua casa contro i tentativi di effrazione.

Tutti questi aspetti contribuiscono a migliorare il comfort abitativo e verranno affrontati nel dettaglio nel corso dell’articolo.

 

Vetri: cosa c’è da sapere

Prima di entrare nel dettaglio e capire come i vetri per finestre possano migliorare la tua quotidianità, è bene fare una breve panoramica sull’argomento. Nello specifico, andremo a parlare di:

  • Canaline o intercapedini
  • Spessore dei vetri

 

Canaline o intercapedini

Innanzitutto, bisogna sapere che oggi, diversamente dal passato, non si parla più di vetri, ma di vetrocamera, ovvero un sistema costituito da 2 o più lastre di vetro distanziate tra loro da una canalina per formare uno spazio (camera), che serve a migliorare l’isolamento termico e acustico.

Questa camera viene solitamente riempita di gas (come Argon o Kripton) che ha lo scopo di innalzare ulteriormente le proprietà termiche della finestra, rispetto alle intercapedini riempite con semplice aria. Maggiore è lo spazio tra le lastre, ovvero l’intercapedine, più aumenta la capacità isolante del serramento.

Anche il materiale con cui è fatta la canalina o intercapedine è importante: di fatto, le canaline Oknoplast sono fatte di acciaio inox proprio per eliminare i ponti termici, in modo tale da ridurre il fenomeno della condensa sui vetri.

Un altro accorgimento: i distanziatori non sono uniti da punti di giuntura, ma sono piegati. Ciò aumenta ulteriormente l’isolamento termico e la durata dell’infisso.

 

Tipologie di vetrocamere

Oltre all’intercapedine, se vuoi migliorare l’isolamento termico, devi considerare lo spessore dei vetri, più sono spessi, più la tua casa sarà isolata dal caldo torrido estivo o dal freddo invernali.

Se poi hai esigenze particolari, ad esempio vivi in zone più fredde come l’alta montagna e vuoi raggiungere prestazioni ancora maggiori, aziende all’avanguardia come Oknoplast propongono soluzioni con triplo e quadruplo vetro, in grado di assicurare il massimo del risparmio energetico.

vetri-per-finestre-02
Vetrocamera Oknoplast

 

Quali tipologie di vetri scegliere per risparmiare energia?

Molto probabilmente ti starai chiedendo come si fa a determinare la capacità isolante di una vetrocamera, in realtà è abbastanza semplice, ti basta conoscere il valore o il coefficiente di trasmittanza termica.

La trasmittanza termica del vetro viene indicata dal simbolo Ug, e insieme alla trasmittanza del telaio Uf genera il valore dell’intera finestra indicato con Uw.

Tanto più sono bassi questi valori, tanto più sarà alto l’isolamento termico dell’infisso scelto. Per avere un valore di riferimento, basta sapere che solitamente una finestra in classe A, ha “Ug = 1.0 W/m2K e Uw = 1,3 W/m2K”. Ovviamente questi parametri possono essere ulteriormente abbassati utilizzando tripli o quadrupli vetri.

Un altro aspetto che può influenzare le caratteristiche termiche del serramento, è la tipologia di vetro impiegata per realizzare la vetrocamera. Infatti, oltre ai vetri standard esistono anche i vetri chiamati basso emissivi e selettivi.

I vetri selettivi sono quelli che hanno la più alta selettività, ovvero il rapporto tra trasmissione luminosa e fattore solare tendente a 2. Mentre i vetri a bassa emissione sono invece quelli con i più bassi valori di trasmittanza termica. Entrambe le tipologie, grazie ai trattamenti che subiscono sulla superficie, gestiscono meglio il fattore solare (g).

Infissi in PVC, alluminio o legno

 

Il fattore solare

Il fattore solare è un valore percentuale che fornisce un’indicazione sull’ammontare di energia solare che entra in casa attraverso i vetri delle finestre. Se il fattore solare è alto, ad esempio 50, ciò implica che il vetro permetterà il passaggio del 50% dell’energia solare.

Oltre al fattore solare, dovresti considerare la trasmissione luminosa, coefficiente che indica quanta luce passa attraverso la vetrocamera. È sempre un valore percentuale e più è alto, più luce filtra. Quindi, quanta più illuminazione naturale avremo all’interno dei vari ambienti, tanto più alto sarà il comfort che proveremo.

Ecco perché Oknoplast ha realizzato infissi in grado di aumentare la superficie vetrata rispetto allo standard, dotandoli di vetri extra chiari, capaci di raggiungere una trasparenza mai vista prima. L’unione di questi accorgimenti ti permetterà di avere delle stanze perfettamente illuminate, anche in presenza di fori finestra ridotti.

Ricapitolando: mentre la trasmittanza termica ti serve per comprendere il fenomeno dell’isolamento dal freddo invernale, il fattore solare riguarda il fenomeno del surriscaldamento. È quindi importante che i vetri, oltre ad avere una bassa trasmittanza, abbiano anche un fattore solare basso, ma una buona luminosità.

In base alle tue esigenze, dovute per lo più alle condizioni ambientali tipiche della zona in cui vivi, potrai scegliere la combinazione di trattamenti che meglio ti soddisfa.

 

Lascia i rumori fuori casa

I vetri per finestre svolgono anche la funzione di isolanti contro i suoni fastidiosi che provengono dall’esterno come i rumori delle macchine, del treno e delle persone che camminano per strada.

Le vetrocamere infatti, indipendentemente dal fatto di essere doppie, triple o quadruple, possono avere caratteristiche acustiche molto differenti tra loro. Questo è dettato dal fatto che, ogni 3 dB (decibel), la percezione che l’orecchio umano ha di un rumore è raddoppiata o dimezzata.

È evidente quindi che passare da una vetrocamera che ha 32 dB di abbattimento acustico a una che ne ha 42 fa una grande differenza. A tal proposito, è anche importante sapere che i valori appena riportati indicano di quanto verrà attenuato un rumore esterno “passando” attraverso la finestra.

Quindi se ti trovi in una zona particolarmente rumorosa e vuoi proteggerti dall’inquinamento acustico esterno è fortemente consigliato scegliere una vetrocamera con un buon isolamento acustico, indicativamente attorno ai 40 dB.

vetri-per-finestre-01

 

La sicurezza prima di tutto

I moderni vetri per finestre sono anche progettati per aumentare la protezione e la sicurezza dell’abitazione. Infatti, esistono dei particolari vetri antieffrazione o antisfondamento capaci di offrire un’ottima resistenza ai diversi tentativi di intrusione o di scasso.

Si chiamano vetri p2 e p4 e sono realizzati con due lastre di vetro unite da due o quattro pellicole antieffrazione e sono in grado di resistere a ripetuti urti inferti anche da oggetti metallici pesanti.

Ecco perché, se abiti in zone isolate o particolarmente soggette a furti, la soluzione ideale per la tua casa potrebbe essere quella di installare serramenti con vetrocamere antieffrazione.

Quando parliamo di sicurezza non possiamo limitarci solo a quella contro i malintenzionati, ma dobbiamo considerare anche quella contro gli infortuni. In questo caso i vetri di riferimento sono quelli laminati o temperati, entrambi progettati per ridurre al minimo le possibilità di ferirsi in caso di rottura del vetro stesso.

A tal proposito, è importante sapere che la normativa recente (UNI 7697:2014) prevede che le vetrocamere siano realizzate con vetri antinfortunistici posizionati sul lato interno nel caso di finestre e su entrambi i lati nel caso di porte balcone.

Quindi, prima di acquistare dei nuovi infissi, assicurati che questa prescrizione sia rispettata. Ricorda: la salute viene prima di tutto.

 

Non sbagliare: affidati a un professionista

Come abbiamo visto, la scelta dei vetri per finestre, quando si acquistano dei nuovi serramenti è fondamentale, ma non è semplice come sembra.

Sono infatti disponibili in commercio diverse tipologie di vetrate (vetri doppi, tripli, selettivi…) che puoi decidere di combinare all’interno della tua abitazione:

  • Potresti scegliere vetri antieffrazione per le stanze al piano terra o per le finestre che si affacciano sul balcone;
  • Vetri antirumore per le camere da letto o per le finestre che si affacciano su una strada trafficata;
  • O ancora per le stanze maggiormente esposte al sole potresti scegliere dei vetri con basso fattore solare.

Questi sono solo alcuni dei possibili esempi e delle personalizzazioni che puoi fare. Ecco perché è sempre bene farsi guidare da un consulente esperto, capace di analizzare correttamente la situazione e in grado di consigliarti la soluzione migliore sotto i diversi punti di vista.

Trova rivenditore

Posted by Oknoplast

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *