Toni neutri, elementi essenziali, linee ben definite: se questo concetto di arredamento per la casa non fa proprio per voi, ma anzi amate i colori, le decorazioni e sperimentare novità, allora lo stile eclettico potrebbe fare proprio al caso vostro.

Lo stile eclettico, nato nell’800 in Europa, prevede l’accostamento di differenti forme e colori e di elementi provenienti da epoche diverse, seguendo fondamentalmente due linee guida: creatività e buon gusto. Con lo stile eclettico è possibile accostare elementi contemporanei con altri vintage e mettere a contrasto tonalità differenti, conferendo agli ambienti uno stile davvero molto personale e originale. Massima libertà e fantasia sono quindi gli elementi essenziali per arredare in stile eclettico, anche se è importante ricordare che non basta accostare elementi in maniera del tutto casuale: in questo modo rischiereste infatti di ottenere un effetto caotico e non gradevole nelle stanze.

Scegliere questo stile per arredare la casa non vuol dire eccedere o esasperare, ma dare un carattere particolarissimo agli ambienti facendo convivere in armonia atmosfere molto diverse tra loro, talvolta anche opposte, per crearne una unica e speciale. Fondamentale è conservare sempre una coerenza di fondo, propria di quelle personalità vivaci e brillanti che amano la varietà e la bellezza anche nelle sue imperfezioni, e che riescono ad andare oltre gli schemi e le convenzioni. Mobili vecchi e lasciati in soffitta possono tornare a nuova vita e completare arredi nuovi in modo divertente e originale; ad esempio le sedie di un tavolino possono essere una completamente diversa dall’altra, mentre uno scrittoio dallo stile antico può essere accostato a materiali moderni come l’acciaio e il metallo.

Arredare un salotto in stile eclettico

L’equilibrio dei contrasti

Trovare il punto di incontro tra contrasto e linearità è la chiave per dominare lo stile eclettico. Il trucco sta nello scoprire elementi comuni mantenendo coerenza tra proporzioni e sagome. Nell’interior design la ripetizione si basa su linee, forme, trame, colori o motivi simili all’interno di uno spazio. Per iniziare potete sperimentare qualche piccolo accostamento tra arredi scegliendo un angolo della casa e cimentarvi dando libero sfogo alla fantasia; oppure individuare i vostri must-have, per esempio un bel tavolo, e aggiungere altri elementi che seguono le stesse linee visive. Se per esempio il tavolo è rotondo potete selezionare alcuni cuscini, un tappeto o uno specchio della stessa forma: questo darà alla stanza un senso di coesione che lega i diversi oggetti e consente all’occhio di muoversi in modo organizzato. A questo punto potrete iniziare a inserire i nuovi elementi.

Pavimenti e rivestimenti

Per quanto riguarda la scelta di pavimenti e rivestimenti puntate più su colori chiari e neutri a tinta unita, in modo tale da poter lasciare la massima libertà nell’arredo senza andare ad appesantire la stanza.Concentrarsi sugli arredi permette molta più libertà di movimento, in quanto è più facile poi cambiarne gli elementi o la disposizione quando arriva un’improvvisa voglia di novità, rispetto alle superfici della stanza.

Colori 

Optate per tinte decise e contrasti forti, non abbiate paura di osare, ma ricordate sempre di dare omogeneità alle stanze al fine di evitare un effetto dispersivo e la sensazione di caos. Anche in questo caso prima di abbinare tonalità diverse fate sempre delle prove con oggetti più piccoli e cercate di capire se l’accostamento delle tonalità che avete scelto vi convince fino in fondo o meno. 

Zona verde

Una buona idea può essere quella di destinare un angolo della casa a una zona verde: le piante stanno benissimo in un ambiente eclettico e contribuiranno a conferire quella sensazione di allegria e dinamismo tipiche di questo stile di arredamento.

Dettagli stile retrò

Molto carino può essere procurarsi degli arredi o suppellettili in perfetto stile vintage come un giradischi o una vecchia radio. Oggetti etnici possono abbinarsi a ceramiche colorate e a elementi essenziali e moderni.

Parete con quadri 

Una bella parete con molti quadri di diverse dimensioni, dalle cornici di colori e stili differenti, è perfetta per decorare un salotto in stile eclettico; si può pensare di alternare ai quadri degli specchi da parete, in grado di ampliare la prospettiva degli ambienti.

Dettagli vintage a contrasto con elementi moderni nello stile eclettico

Le finestre e gli infissi 

Anche nella scelta degli infissi non ci saranno particolari limiti o regole da seguire. Potreste preferire uno stile essenziale, che favorisce l’ingresso della luce naturale nelle stanze. Un’ottima scelta in questo senso è la finestra in PVC Prolux Vitro di Oknoplast: dall’interno questo infisso dona l’effetto di bel un quadro appeso al muro, la cui cornice mette in risalto gli ambienti e conferisce un tocco di eleganza essenziale e pulita; dall’esterno invece resta praticamente invisibile, apparendo come una semplice lastra di vetro e donando alla casa un appeal futuristico. Altri particolari che caratterizzano la finestra esaltandone eleganza e personalità sono la maniglia squadrata, fissata direttamente sulla lastra di vetro, e le cerniere a scomparsa, che mettono in risalto la forma essenziale e pulita della finestra. 

Arredare con le finestre in pvc Oknoplast Prolux Vitro
Finestre Prolux Vitro Oknoplast

Se invece volete scegliere un’opzione più classica, un’altra soluzione interessante da contestualizzare in un ambiente eclettico potrebbe essere Prismatic di Oknoplast.

Le linee sobrie ed eleganti di Prismatic rendono questa finestra in PVC compatibile con ogni tipo di stile. Il suo design classico e snello si inserisce particolarmente bene in ambienti caldi, dalla forte personalità. Inoltre, grazie alle vetrocamere realizzate con speciali lastre a elevata trasparenza, questo infisso assicura agli interni una luminosità senza pari. Prismatic è disponibile in moltissimi colori, anche effetto legno, per garantire l’effetto desiderato.

Versatilità della finestra PRismatic Oknoplast
Finestra Prismatic Oknoplast

Riassumendo, ecco le principali linee guida dello stile eclettico: 

  • Mixate epoche e stili differenti
  • Scegliete colori neutri delle pareti e delle superfici 
  • Accostate tessuti e colori diversi (ma prima provateli) 
  • Cercate di mantenere sempre la stanza in ordine e fate in modo che gli oggetti abbiano un proprio posto per non creare l’impressione del disordine
  • Accostate elementi vintage con elementi nuovi 


New call-to-action

Lo stile eclettico fa per voi se…

Se vivete in un contesto fuori dalla città o avete uno spazio abbastanza grande in città, se siete creativi e dinamici, amate i colori e volete che la casa parli di voi e racconti un po’ delle vostre esperienze, dei viaggi, dei ricordi. 

Ve lo sconsigliamo invece se…

Vivete in uno spazio piccolo, siete molto attenti ai dettagli, amate le cose essenziali e avere sempre la situazione sotto controllo. 

Posted by Oknoplast