Quando si decide di metter mano ad una ristrutturazione più o meno profonda di casa o quando ci troviamo di fronte a un progetto totalmente nuovo, ogni dettaglio diventa fondamentale e niente può essere lasciato al caso. Nemmeno i colori. Anzi. Chi si appresta a scegliere nuovi infissi per casa – o a sostituire quelli già esistenti – già sa che il tema è delicato perché il colore dei serramenti influenza il carattere di tutta l’abitazione e necessita, pertanto, di profonde valutazioni preliminari. Non è solo una questione di gusti personali ma anche e soprattutto di armonie, equilibri cromatici, esigenze. Porte e finestre, d’altronde, sono veri e propri elementi d’arredo che si integrano perfettamente nell’ambiente ed esprimono la personalità di chi abita la casa. Ci eravamo già occupati di come scegliere il colore degli infissi esterni: adesso è il momento di pensare a quelli interni in PVC. Ecco qualche consiglio.


Richiedi la tua consulenza online

Colori in linea con lo stile di casa

Prima di mettere mano alla palette colori per i tuoi nuovi infissi, la prima valutazione da fare riguarda lo stile che hai scelto per la tua casa

Quale dovrà essere il risultato finale? Un’atmosfera calda e accogliente, un ambiente dal gusto classico o più moderno, spazi minimali o funzionali? L’obiettivo deve essere quello di cercare l’abbinamento più coerente tra porte, finestre, pavimenti, arredamento e complementi

Va da sé, ad esempio, che lo stile classico prediligerà finiture in toni caldi e sobri – così come il rustico si sposa meglio, invece, con venature effetto legno e finiture più grezze. 

Se lo stile è più contemporaneo, i colori tra cui scegliere andranno dalle tinte neutre fino al nero, passando per tutte quelle metallizzate. Oltre a questo, c’è anche da considerare la “funzionalità” di un colore: mantenersi su colorazioni non troppo particolari, infatti, oltre a consentire una maggiore adattabilità al contesto generale della casa, rappresenta, a livello estetico, un investimento più durevole nel medio-lungo termine. Come procedere, quindi? 
Una volta definito lo stile con cui realizzare la casa e aver valutato anche il suo grado di luminosità naturale, le strade sono due: scegliere la tonalità di pareti e pavimenti e abbinare, di conseguenza, quello di porte e finestre; oppure partire proprio dalla scelta degli infissi, e adattare successivamente il colore di pavimenti e pareti. Diverso è il discorso in caso di semplice sostituzione degli infissi: al fine di garantire una coerenza stilistica, il colore di porte e finestre dovrà necessariamente adeguarsi a quello già esiste di pareti e pavimenti.

Salotto con porta finestra Oknoplast
Soggiorno con porta finestra Platinium Plus di Oknoplast

Infissi scuri o chiari?

Si dice che il nero vada bene con tutto, ma quando si parla di infissi qualche precisazione è necessaria. Seppur le moderne tendenze di design prediligano tantissimo le tonalità scure – dal marrone al grigio antracite, passando appunto per il nero – e pur essendo queste abbastanza neutre, non sempre sono facili da abbinare e non sono adatte a tutti gli ambienti. Ad esempio, gli infissi scuri si inseriscono molto bene in case dallo stile contemporaneo o industriale, e in ambienti ampi e luminosi senza molte porte; inoltre, sono adatti nelle abitazioni di coloro che non amano aggiungere tende e che hanno grandi vetrate scorrevoli. Il bianco, di contro, va bene con un po’ tutti gli stili e minimizza al minimo il contrasto con il colore delle pareti. Ha anche il vantaggio di riflettere la luce e quindi si presta bene ad essere “speso” per locali più piccoli e con una minor luminosità.

Camera con porte finestre Squareline di Oknoplast

Strumenti utili per la scelta

Uno strumento utile per capire come scegliere il colore degli infissi è la tabella colori RAL, in cui viene riportata la scala dei colori per verniciature e rivestimenti (nonché dei metalli utilizzati per realizzare infissi e i serramenti). Poiché tutti i colori sono associati, insieme alla palette e al nome, anche ad un codice identificativo, sarà facile individuare correttamente la tinta da scegliere per porte e finestre. 
Un altro strumento funzionale alla nostra missione è il cerchio cromatico, che consente di valutare quali sono i colori complementari e quelli analoghi: utile quindi per abbinare sapientemente tra loro le tinte.

Uno dei vantaggi degli infissi in PVC

Oltre che per la sua eccellente capacità di isolamento e per il fatto che riesce a garantire una maggior sicurezza, il PVC si differenzia anche per essere un materiale altamente versatile. E questa sua caratteristica si declina particolarmente bene nella resa cromatica che offre, che coincide anche con capacità del colore di resistere più a lungo nel tempo senza sbiadirsi. A questo proposito, la gamma di finestre in PVC Oknoplast si contraddistingue per un’ampia scelta di tonalità opache, metallizzate e caldi effetto legno. Con un vantaggio ulteriore: se l’esterno dei serramenti richiede un colore diverso rispetto all’interno per esigenze di stile o di uniformità nella facciata, grazie all’opzione bicolore potrai personalizzare in maniera indipendente entrambi i lati e trovare così il giusto compromesso!

Infissi in PVC effetto legno

Indubbiamente le finestre in legno vantano un fascino senza tempo, per via della sensazione di calore che è in grado di trasmettere questo materiale. Tuttavia, con l’opzione ColorFULL®, è possibile rendere il look delle moderne finestre in PVC Oknoplast del tutto identico a quello dei serramenti in legno. Come? Grazie a un avanzato sistema di applicazione delle pellicole, che permette di rivestire completamente l’intera struttura dell’infisso, eliminando ogni contrasto cromatico. I risultati sono incredibilmente realistici e soddisfacenti!

Soggiorno con porta finestra Winergetic Premium di Oknoplast

Le esclusive Oknoplast

Per creare ulteriori possibilità di personalizzazione e riuscire a fornire la più ampia gamma di colorazioni per infissi presente sul mercato, Oknoplast ha realizzato i nuovi rivestimenti “Soft”, una soluzione innovativa che si allinea con le esigenze più specifiche e contemporanee in tema di interior design. Questo sistema prevede infatti l’utilizzo di particolari pellicole dal finish opaco che donano agli infissi un originale ed elegante effetto velluto. I rivestimenti per infissi Soft di Oknoplast sono perfetti per giocare con i contrasti e creare effetti unici e moderni nella composizione dell’arredo, donando personalità e raffinatezza agli ambienti.

Se, invece, all’effetto mat preferisci quello del legno, Oknoplast propone anche l’esclusiva linea ecoNATURA. A differenza dell’opzione ColorFULL®, questi rivestimenti in PVC riproducono fedelmente la bellezza e il calore del vero legno non solo visivamente, ma anche sotto l’aspetto tattile. La collezione, grazie all’innovativa tecnica che riproduce fedelmente colori e venature del legno, garantisce una resa estetica impareggiabile e un effetto tridimensionale che si percepisce anche toccando i serramenti. Si tratta inoltre di rivestimenti estremamente resistenti all’usura, che garantiscono lunga vita alle tue finestre senza necessità di particolare manutenzione.

Finestre e porta finestra Prolux Evolution di Oknoplast

È possibile personalizzare anche le finestre in PVC rivestite in alluminio?

Assolutamente sì! L’esperienza Oknoplast è andata oltre il concetto di scelta tra il PVC e l’alluminio grazie alle soluzioni aluOVER e alucover. aluOVER è il rivestimento in alluminio spazzolato per infissi in PVC che permette di unire le caratteristiche di queste finestre con l’estetica minimal e contemporanea dell’alluminio; alucover è invece una cover esterna in alluminio da applicare ai serramenti in PVC: la soluzione perfetta per sostituire le vecchie finestre in alluminio con moderni infissi in PVC senza andare a modificare l’estetica della facciata. Con la tecnologia Oknoplast tutto (o quasi) è possibile!

Richiedici maggiori informazioni!

Edificio con sistema aluover di Oknopalst

Posted by Oknoplast