Guida per arredare il bagno in modo pratico

Arredare il bagno in modo pratico non è facile, ma vi basterà seguire questi semplici consigli, rubati ai migliori interior designer, per creare una stanza funzionale e bella. Occorre scegliere i colori giusti in base all’ampiezza del bagno, la disposizione dei mobili corretta e adottare piccoli stratagemmi salvaspazio, perfetti per chi ha pochi metri quadri a disposizione.

Evitare gli ostacoli

Per rendere il bagno fruibile e sicuro è indispensabile evitare gli ostacoli. Si dovrà prestare attenzione a lasciare il giusto spazio tra i vari sanitari e disporli al meglio, per questo sarà prezioso l’aiuto di un progettista, soprattutto se dovrete fare una ristrutturazione e mantenere tubature e attacchi. In linea generale gli esperti suggeriscono di disporre i sanitari, lavandino e doccia o vasca compresi, adiacenti alle pareti, cioè lungo il perimetro. Questo schema è ideale per arredare un bagno piccolo, ma può garantire la massima praticità anche in spazi ampi. Importante è anche poter entrare e uscire dalla stanza con facilità, aprendo la porta senza che l’anta tocchi i mobili. Scegliete dunque arredi dalle misure idonee allo spazio a vostra disposizione.

Come disporre i mobili in bagno

La disposizione dei mobili in bagno dipende dalla forma della stanza. Come sottolineato nel capitolo precedente è necessario che il bagno sia fruibile, senza ostacoli e il più pratico possibile. In un bagno stretto e lungo, con una finestra in fondo, avete due pareti laterali per arredare lo spazio. Il nostro consiglio è di mettere la doccia sotto la finestra, separata dal resto della stanza da una porta in vetro. In questo modo potrete sfruttare una delle pareti per disporre i mobili e i sanitari in linea. La parete di fronte ai mobili avrà una funzione puramente decorativa oppure potrete usarla per appendere accappatoi e asciugamani. Per arredare un bagno piccolo si consigliano mobili salvaspazio, magari componibili. Tra questi, disponibili in qualsiasi stile, ci sono i cassetti o i mobili sottolavabo, un vero must have nei bagni contemporanei. Utilissime sono anche le colonne, ricche di mensole in cui disporre di tutto, dai prodotti per lo skincare fino agli asciugamani. Non trascurate i cesti per la biancheria, soprattutto se avete la lavatrice in bagno, eventuali pouf portatutto, ganci porta asciugamani e salviette, mensole e scaffali.

Suggerimenti e consigli per disporre i mobili in bagno in modo pratico

Una finestra dentro la doccia

Per arredare un bagno piccolo, come abbiamo visto, spesso conviene collocare la doccia sotto la finestra. In questo caso scegliendo i serramenti dovrete prestare attenzione a piccoli dettagli. Le finestre che meglio si prestano per essere collocate nella doccia sono quelle in PVC che resistono perfettamente all’umidità, al vapore acqueo e garantiscono un buon isolamento termico. In questo caso conviene dotare l’infisso di un sistema di ventilazione supplementare, capace di mantenere l’ambiente salutare e ben arieggiato anche in presenza di forte umidità. L’aeratore Aereco di Oknoplast si apre e si chiude automaticamente secondo l’umidità percepita dall’apposito sensore. Per mantenere la dovuta privacy consigliamo di scegliere una finestra con veneziana interna, posizionata dentro la vetrocamera, che potete chiudere a bisogno. Quando la finestra è dentro la doccia valutate bene il verso di apertura delle ante in modo che esse non sbattano contro il vetro della doccia o non ostacolino i vostri movimenti. Oltre alla tradizionale apertura a battente la vostra finestra dovrebbe essere dotata anche di apertura a ribalta per far uscire velocemente il vapore e poter arieggiare l’ambiente senza dover necessariamente spalancare le ante provocando sbalzi di temperatura d’inverno. Se c’è il rischio che la vostra finestra si bagni tutte le volte che fate una doccia, vi consigliamo di scegliere un serramento con cerniere a scomparsa perché alcuni saponi e anticalcare potrebbero alla lunga danneggiare le parti metalliche esposte. Tutte le finestre di Oknoplast sono dotate di vetrocamera di sicurezza. Questo vetro è temperato sul lato interno e se la vetrocamera dovesse rompersi accidentalmente il vetro si frantumerà in piccoli pezzi dai bordi non taglienti proteggendo chi si fa la doccia.

Suggerimenti per arredare correttamente un bagno lungo e stretto

Sfruttare lo spazio sulle pareti

Per contenere nel bagno tutto il necessario è possibile sfruttare alcuni stratagemmi. Tra questi gli interior designer consigliano di sfruttare lo spazio sulle pareti in verticale. Ciò significa sfruttare nel modo migliore l’arredo bagno. Potete apporre delle mensole e dei mobiletti ad hoc sulle pareti e in angoli strategici. Ad esempio ai lati del lavabo, così che prendere i vari accessori sia facile, oppure usufruire dell’area dietro la porta: nascosta e spesso non sfruttata. Evitate però di congestionare la stanza da. Spesso basta scegliere un mobilio salvaspazio e adeguatamente capiente per soddisfare le proprie esigenze. Fondamentale è comunque tenere sempre tutto in ordine, riponendo in cassetti e scomparti il necessario per la pulizia personale e della stanza. Per contenere le salviette per le mani potete utilizzare pratici contenitori in tessuto.

Consigli e suggerimenti per sfruttare al meglio tutti gli spazi in bagno

La relazione tra spazio e colore

Il colore è importantissimo in ogni stanza domestica e può determinare l’armonia dell’intero progetto d’arredo. Non solo, è fondamentale per creare il giusto effetto ottico e magari rendere apparentemente più arioso un bagno di piccole dimensioni, o meno dispersivo e asettico un bagno grande. Per arredare un bagno moderno piccolo ad esempio, potrete scegliere colori neutri e prediligere un total white, o total black se volete dare un aspetto lussuoso alla stanza. Per arredare al meglio un bagno ampio con i colori neutri, bianco, grigio, marrone, è bene mixarli e abbinarli, creando magari texture materiche e prediligendo piastrelle dall’effetto 3D. Per arredare invece un bagno classico è meglio prediligere mobili in legno e abbinarli a piastrelle o rivestimenti chiari e luminosi.

Esempi di come usare correttamente il colore nel bagno a seconda dello stile che si vuole dare

Umidità nel bagno e corretta illuminazione

Per arredare il bagno in maniera pratica e igienica è bene predisporre la giusta ventilazione ed illuminazione. Quest’ultima è indispensabile per non affaticare la vista e agevolare le azioni quotidiane di pulizia. Non solo, scegliendo lampadine a basso consumo energetico potrete anche alleggerire la bolletta e risparmiare considerevolmente. Un bagno con una finestra è sempre da preferire perché garantisce luce naturale per diverse ore al giorno e una ventilazione sempre disponibile. Purtroppo però esistono case, specie moderne, in cui le finestre nella toilette non ci sono. Dovreste quindi optare per un sistema di ventilazione meccanica forzata, che si può estendere a tutta la casa.

Avere una corretta illuminazione in bagno è fondamentale

Se volete sapere come sfruttare la carta da parati in bagno per renderlo bello e originale potete leggere il nostro articolo qui. Invece se avete in mente di creare una vera stanza da bagno di lusso approfondite la nostra guida “Come arredare un bagno di lusso seguendo le ultime tendenze”.

Posted by Oknoplast

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *