Negli ultimi anni sempre più aziende stanno proponendo ai propri dipendenti o collaboratori lo smart working, ovvero la possibilità di lavorare, almeno in parte, da casa. 

Vediamo allora di cosa si tratta e quali sono le soluzioni migliori per creare nella propria abitazione un angolo dedicato all’ufficio ottimizzando al meglio gli spazi.

Che cos’è lo smart working?

Lo smart working è una modalità di lavoro che prevede un accordo tra le parti per cui vengono concordate fasi, cicli e obiettivi, senza però vincoli stringenti in termini di orari o di presenza costante in un determinato luogo; questo perché lo svolgimento dell’attività lavorativa e la connessione con eventuali altre parti coinvolte nel progetto sono garantiti anche da remoto, tramite l’utilizzo di strumenti tecnologici.

Come organizzare gli spazi per lavorare in casa comodamente anche in poco spazio?

Spesso la modalità di lavoro agile viene svolta in casa, ed è quindi molto importante riuscire a organizzare bene gli spazi. Non è necessario avere una stanza che funga esclusivamente da ufficio; si possono ricavare infatti zone perfette per lavorare comodamente anche in stanze adibite ad altre funzioni. 

Organizzare la scrivania per lavorare  bene da casa

Primo passo: scegli l’angolo giusto da dedicare allo smart working

La prima cosa da fare è quella di decidere in quale zona della casa vuoi organizzare l’angolo perfetto per lavorare.

Uno degli aspetti più importanti da considerare è senz’altro la luce. Se dovrai lavorare durante il giorno sarà consigliabile optare per una postazione luminosa; il rischio è però di ritrovarsi, in certi momenti della giornata, la luce diretta negli occhi o i raggi che battono proprio sugli schermi.

Per ovviare a problemi di questo tipo puoi installare dei sistemi oscuranti, come ad esempio la veneziana interna; questa potrebbe essere la soluzione ideale per tutti quegli ambienti come salotti, bagni e uffici, che necessitano di schermatura solare adeguata a seconda dell’utilizzo che in quel momento stiamo facendo dello spazio. In più, essendo la veneziana inserita direttamente all’interno della vetrocamera, non tenderà ad accumulare polvere e non avrà bisogno di manutenzione, il che è un bel vantaggio!

Se hai porte finestre scorrevoli potresti cercare di sistemare la postazione vicino alle aperture; questo non solo per la maggiore luce naturale di cui potrai beneficiare, ma anche perché, a livello psicologico, avere uno spazio aperto e comunicante con l’esterno ti rilasserà molto di più e probabilmente avrà un impatto benefico sulla tua produttività

Altro aspetto da tenere in considerazione, soprattutto se non siamo gli unici abitanti della casa, è il passaggio vicino alla postazione. 

Una buona idea potrebbe essere quella di delimitare in qualche modo i tuoi spazi senza “stringerli” troppo: potresti installare dei pannelli o sistemare delle piante per delineare la tua zona di lavoro. 

Passiamo alla comodità: la sedia 

Anche se in casa avrai sicuramente la possibilità di alzarti più spesso rispetto all’ufficio, passerai molto tempo in posizione seduta; per questo è importante scegliere una sedia comoda.

Questo aspetto è fondamentale per mantenere la giusta postura durante lo ore di lavoro restando comodi. 

Personalizzare la scrivania per lo smart working

Organizza bene gli spazi

Organizzare bene gli spazi, tenendo in considerazione tutti gli strumenti da lavoro necessari e calcolando le misure corrette, è fondamentale per ottimizzare al meglio la tua postazione; non dimenticare però di abbellire questo spazio con qualche elemento che ti trasmette energia positiva o ti rilassa, come una piantina, delle foto o alcuni oggetti a cui sei legato.  

Sfrutta le pareti

Se hai le pareti vicino alla postazione puoi installare una o più mensole, o appendere una lavagnetta o un calendario: così guadagnerai spazio prezioso sul tavolo o sulla scrivania. 

E se la superficie non basta? 

In questo caso, per non rinunciare comunque alla possibilità dello smart working da casa, potresti considerare l’idea di utilizzare una bella scrivania a scomparsa.

Certo, dovrai organizzarti bene perché non potrai sfruttare il piano per tenere oggetti e strumenti fissi, ma sicuramente con un po’ di inventiva e praticità potrai comunque ricrearti una postazione bella funzionale e comoda 🙂 

Buon smart working!

Posted by Oknoplast

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *