Come funzionano le finestre antieffrazione?

I nostri ingegneri sono alle prese con l'incubo di tutti i proprietari di casa: due malviventi che tentano di scassinare le finestre di un’abitazione per svaligiarla. Come se la caveranno le nostre finestre con questa prova di resistenza?

icona-vetri-sicurezza

VETRI DI SICUREZZA ANTISFONDAMENTO

icona-maniglia-chiave

MANIGLIA CON CHIAVE

icona-ferramenta-antieffrazione

FERRAMENTA ANTIEFFRAZIONE RC2

Ecco come proteggerti dai malintenzionati.

Le ville e gli appartamenti ai piani più bassi degli edifici sono l'obiettivo prediletto dagli scassinatori. Che siano criminali professionisti o ladruncoli improvvisati, le statistiche dimostrano che il più delle volte i malviventi cercano di entrare nell’abitazione attraverso finestre e porte finestre. Il modo più efficace per ostacolare questi ospiti indesiderati sono i dispositivi di sicurezza antieffrazione.

Maniglia con chiave

Il modo più utilizzato dai ladri per scassinare le finestre socchiuse è introdurre un cavetto attraverso la fessura e farlo scivolare sulla maniglia dal lato interno. A questo punto è sufficiente tirare con forza per ruotare la maniglia fino alla posizione di apertura completa. L’unica protezione per evitare questo spiacevole inconveniente è una maniglia dotata di chiave per bloccarne l’apertura.

Inserto antitrapano

Se non riescono nel loro intento forzando la maniglia, gli scassinatori passano a metodi più brutali. Di solito cercano di perforare l’anta con un trapano in corrispondenza della maniglia per poterla aprire dall’esterno. Per proteggersi da questo attacco è necessario dotare le finestre di una piastra supplementare a protezione della ferramenta chiamata inserto antitrapano.

Dispositivi di sicurezza

Una maniglia ben protetta è sufficiente a fermare gli scassinatori dilettanti. Tuttavia i professionisti non rinunciano facilmente al loro obiettivo e tenteranno di entrare in casa cercando di forzare l’intera struttura. Per questo, le finestre antieffrazione dispongono di una ferramenta dotata di specifici riscontri, fissati a un rinforzo in acciaio, e di nottolini antieffrazione. Questi elementi, inseriti nei punti giusti intorno al perimetro della struttura, interagiscono tra loro e impediscono l'apertura indesiderata della finestra.

Vetro antisfondamento

Una volta le finestre utilizzavano sottili lastre di vetro che si rompevano con estrema facilità. Con le moderne finestre la possibilità che questo avvenga è ridotta al minimo, poiché i vetri sono rinforzati con delle speciali pellicole che ne aumentano la resistenza. Il principio è semplice: più numerosi sono gli strati di vetro e pellicola, più difficile sarà rompere la finestra. Ad esempio, una finestra con quattro strati di pellicola antieffrazione può resistere anche ai colpi inferti da un peso metallico di 4 kg. Inoltre, anche se il vetro dovesse cedere, rimarrebbe comunque incollato alla pellicola impedendo di creare un varco d'accesso.

Guarda gli altri episodi di Oknoplast LAB

header-lezioni-stile
Episodio 1 Come adattare le finestre al design degli interni?
Guarda
header-accesso-esterno
Episodio 2 Un comodo accesso verso l’esterno. Come funzionano le porte alzanti scorrevoli?
Guarda
header-finestre-indistruttibili-top
Episodio 3 Finestre indistruttibili! Quanto dovrebbe durare una finestra?
Guarda
header-cattive-finestre
Episodio 4 Non ci sono cattivi vicini, ma cattive finestre. Le finestre ti isolano dal rumore?
Guarda
header-risparmia-energia
Episodio 5 Risparmia energia. Come funzionano le finestre ad alta efficienza energetica?
Guarda
header-sostituire-finestra
Episodio 6 Impavidi distruttori di finestre. Quando è necessario sostituire una finestra?
Guarda
header-finestre-antieffrazione
Episodio 7 Finestre a prova di ladro. Come funzionano le finestre antieffrazione?
Guarda

Trova il rivenditore più vicino

Recati al punto vendita più vicino a casa tua: potrai toccare con mano la qualità delle finestre Oknoplast

Scopri come raggiungerlo