Per tutti coloro che si sono appena trasferiti in una nuova città, per chi è andato a convivere o a vivere da solo e per chi ama rifugi piccoli ed essenziali è fondamentale organizzare al meglio gli spazi della nuova abitazione. Ecco allora i nostri consigli, alcune idee e una lista degli errori da evitare prima di lanciarsi nell’avventura non semplice – ma molto divertente – di arredare una casa piccola.

Che sia una sistemazione temporanea o definitiva, crearsi un ambiente accogliente e adatto alle esigenze personali è fondamentale per godere di una buona qualità della vita ovunque ci si trovi. Avere una casa piccola non significa, come in molti erroneamente pensano, dover rinunciare alle comodità o, per lo meno, non del tutto. Le case sotto i 60 mq hanno infatti molti aspetti positivi, come per esempio quello di non richiedere troppi sforzi e impegno per la manutenzione e la pulizia.

Sicuramente la prima regola d’oro da tenere a mente per ottenere il meglio da questa tipologia di abitazione è riuscire a ottimizzare gli spazi al massimo, senza sprecare le aree utilizzabili e, allo stesso tempo, evitando di “sovraccaricare” le stanze.

Iniziamo dai colori

È noto come le tonalità e i contrasti presenti in un ambiente ne determinino il mood, creando una concezione completamente diversa degli spazi a seconda delle cromie utilizzate.

Sicuramente i colori chiari sono assolutamente indicati per stanze piccole e, per non sbagliare, la scelta migliore ricade sempre sul bianco. Oltre a rendere luminosi e più ampi gli ambienti, il bianco permette di giocare liberamente con l’arredamento e i dettagli. Considerando anche il fatto che una casa più piccola invita a cambiare spesso la disposizione dell’arredo e degli oggetti, può essere molto utile scegliere una base chiara e neutra che non imponga limiti di nessun tipo, né per quanto riguarda le tonalità, né per quanto riguarda lo stile.

Benissimo inserire quadri e stampe, ma attenzione a non esagerare. Meglio prediligere uno stile semplice ed essenziale che crei movimento e dinamicità senza appesantire gli ambienti. 

La scelta dei mobili è fondamentale

Come si può immaginare, i mobili giocano un ruolo fondamentale per l’ottimizzazione dello spazio in casa: sicuramente sono da evitare complementi d’arredo molto vistosi e ingombranti, che potrebbero soffocare e rimpicciolire le stanze.

Meglio puntare su armadi a vista, mensole aperte e prediligere ante scorrevoli che non occupino spazio inutilmente. Stesso discorso vale per la scelta degli infissi: se si ha la possibilità, meglio optare per finestre basculanti come Prolux Swing di Oknoplast, la finestra in PVC caratterizzata dall’elegante anta singola che si apre verso il basso e ruota su se stessa fino a 170°. Si tratta di una vera e propria finestra salvaspazio: il grande vantaggio di questo modello sta nel fatto che una volta aperta non ingombra minimamente l’interno della casa, poiché l’apertura si sviluppa interamente verso l’esterno. Questa sua caratteristica consente di installarla anche dove non pensavi fosse possibile, come ad esempio dietro il lavandino della cucina.

Allo stesso modo i sistemi scorrevoli sono la soluzione migliore per guadagnare luce e risparmiare spazio negli ambienti. Questa tipologia di chiusura è ideale per creare ambienti luminosi, con ampie superfici vetrate: la struttura robusta permette infatti di installare grandi vetrate, assicurando sempre la massima facilità di apertura e una perfetta fluidità di movimento. 

Camera da letto con porta finestra scorrevole Prolux Slide

Se si è optato per le pareti bianche ci si può sbizzarrire e scegliere tra un’ampia gamma di colori, da quelli classici ai più particolari, così da creare la cornice perfetta per i propri ambienti.  

Mobili polifunzionali 

Un’altra ottima idea per organizzare al meglio gli spazi è quella di scegliere mobili che vantino più tipi di utilizzi, come ad esempio uno sgabello dotato di cassetti o degli armadi polifunzionali: elementi molto belli e pratici che rispondono contemporaneamente a diverse esigenze, come ad esempio gli armadi-libreria o gli armadi-letto. Una buona soluzione può essere anche quella di optare per una cucina con tavolo a scomparsa.  

 

Questa tipologia di mobili, solitamente, ha due facce: per questo non va collocata a ridosso della parete ma in uno spazio libero, con la possibilità di fungere anche da elemento separatore degli spazi all’interno delle stanze. Queste soluzioni sono ideali, per esempio, quando si deve arredare un loft o un open space. 

Richiedi la tua consulenza online

Specchio, specchio delle mie brame…

Il vero potere magico dello specchio è quello di conferire profondità e ampliare gli spazi. Non è necessario confinare gli specchi esclusivamente in bagno e in camera, magari nascosti dentro l’armadio: gli specchi stanno molto bene anche nell’ingresso e in salotto!

Un letto può diventare una stanza…

Un altro elemento importante per la percezione dello spazio in casa è l’ordine: una casa con molti oggetti fuori posto sembrerà sempre più affollata e piccola in confronto a una ben organizzata. Può succedere però che nelle case piccoli manchi un ripostiglio o una stanzina da sfruttare come “rimessa”. In questo caso sono molto utili i letti contenitore, ovvero che si possono aprire permettendo di sfruttare uno spazio che normalmente sarebbe perso. Se organizzati bene possono ospitare davvero molte cose, rivelandosi utilissimi. 

… e una stanza può raddoppiare

Se si ha la fortuna di avere un’abitazione dalle pareti alte, un soppalco potrebbe essere la soluzione ideale per creare uno spazio multifunzionale, una zona studio o, a seconda delle dimensioni, anche una camera da letto. A proposito, lo sai che è anche possibile costruire un soppalco senza permessi?

Arredare un bagno piccolo 

Arredare un bagno piccolo può non essere semplice. Abbiamo affrontato questa tematica nel nostro articolo dal titolo Come arredare il bagno in modo pratico, in cui è possibile trovare consigli utili su come ottimizzare gli spazi evitando “ostacoli” e sfruttando al meglio gli ambienti. 

Divisione degli spazi 

I divisori al posto dei muri possono essere una soluzione molto carina e pratica per dividere gli spazi senza creare un effetto di chiusura. Ci sono molte soluzioni tra cui poter optare come librerie, paravento, mobili double face, tende o anche un divano, se si vuole lasciare ampiezza nella parte alta della stanza. 

Ecco invece una lista con gli errori da evitare quando si arreda una casa piccola

  • Non riempire la casa di contenitori di ogni tipo. Se il tuo obiettivo è quello di mantenere tutto in ordine, rischi di ottenere l’effetto contrario.
  • Meglio evitare di arredare solo con elementi piccoli o minuscoli.
  • Allineare tutti i mobili alla parete crea un effetto di vuoto al centro della stanza che diminuisce lo spazio calpestabile delle superfici. 
  • Le tende corte danno l’impressione che il soffitto sia più basso; meglio invece optare per tende lunghe che si sviluppano dal soffitto al pavimento, così da slanciare le pareti
  • Ricorda di illuminare bene gli ambienti, senza lasciare zone troppo buie.
  • Stili differenti nell’arredamento possono creare un’impressione di caos e disordine: meglio scegliere uno stile che ci piace e mantenere coerenza all’interno degli ambienti.

Ora hai un po’ di elementi per arredare al meglio la tua nuova, piccola casa: buon divertimento!

Posted by Oknoplast