Durante l’estate, una casa non correttamente isolata dal punto di vista termico e che magari è esposta per gran parte della giornata al sole diretto, può divenire invivibile. Un problema sempre più frequente, soprattutto se si considerano le temperature massime registrate in questi ultimi anni.

Per mantenere la casa fresca in estate esistono alcuni accorgimenti tattici da adottare; ma sono soprattutto quelli tecnici che riescono davvero a fare la differenza e a garantire il massimo del comfort domestico.

Le buone abitudini da mettere in pratica giorno dopo giorno sono utili, ma di certo avere degli infissi di ultima generazione altamente performanti è il primo passo per riuscire ad isolare un appartamento dal calore in maniera corretta.

Inoltre, se ai nuovi serramenti si riescono ad affiancare altri plus aggiuntivi, come ad esempio degli efficaci sistemi oscuranti, il risultato sarà certamente migliore.

Come proteggere la casa dal caldo e dal sole: migliorare l’efficienza energetica

Per proteggere la casa dal caldo è importante che questa abbia un isolamento adeguato per ciò che concerne le pareti ed il tetto, specie se vivete all’ultimo piano, in un appartamento particolarmente esposto al sole oppure in un’abitazione singola.

L’edilizia moderna è molto attenta a questi parametri tecnici, in quanto i concetti di efficienza e risparmio energetico sono stati completamente rivalutati nell’ottica di un minor impatto ambientale e della conseguente riduzione dell’utilizzo di risorse energetiche.

Si può raggiungere l’isolamento termico desiderato grazie a opportune lavorazioni tecniche, sia durante la costruzione o che la ristrutturazione degli edifici; ma anche ricorrendo all’installazione di impianti, infissi ed altri accorgimenti che contribuiscono ad innalzare il coefficiente di efficienza energetica.

Tutto ciò si concretizza non solo in un miglior comfort domestico per chi vi abita, ma anche in un abbassamento dei consumi, a livello generale.

Il miglioramento energetico degli edifici e delle singole abitazioni è sostenuto e spinto anche a livello governativo, sia in Europa che in Italia, con l’introduzione dell’Ecobonus e del successivo Decreto Crescita, che garantisce agevolazioni fiscali e rimborsi per i principali interventi del caso.

Gli interventi immediati per mantenere la casa fresca in estate 

Di contro, però, è possibile assicurarsi un comfort domestico ottimale operando alcuni accorgimenti tecnici più fattivi e relativamente immediati, come ad esempio:

  • Sostituire i vecchi infissi con modelli di alta fascia energetica
  • Sostituire i vecchi cassonetti delle tapparelle con modelli nuovi e più performanti
  • Installare uno o più sistemi oscuranti (tapparelle, scuretti interni o esterni, veneziane)

È bene ricordare che le temperature estive sempre più elevate richiedono spesso l’ausilio di un climatizzatore domestico, per contribuire a mantenere la casa più fresca.

L’importante è sceglierlo del tipo fisso con motore e scarico esterno e non portatile. Quest’ultima tipologia di climatizzatore provoca, infatti, delle problematiche sia a livello logistico, che estetico.

Sorge la necessità di dover forare gli infissi o il muro per far fuoriuscire il tubo di scarico. Ciò è non solo antiestetico, ma il più delle volte può provocare un danno importante al serramento, che viene intaccato nella sua struttura, con potenziale creazione di ponti termici e formazione di condensa. Per non parlare dell’inquinamento acustico!

Allo stesso modo, anche forare il muro può rivelarsi una scelta poco felice: sia perché occorre compiere un importante intervento di muratura, sia perché l’ingresso dell’aria calda proveniente dall’esterno è pressoché inevitabile.

Con entrambe le soluzioni però, senza degli infissi a risparmio energetico, si rischia di sprecare energia elettrica e di ripiombare rapidamente nell’afa nel momento in cui si spegne l’impianto di raffrescamento.

Altra raccomandazione non sostanziale, ma valida tutto l’anno e in particolare per mantenere la casa fresca d’estate, è quella di adottare un deumidificatore che, assorbendo l’umidità in eccesso, può aiutare a ottenere il clima ideale, specie nelle zone più umide.

Infine, resta fra i consigli per rinfrescare le stanze in estate la buona abitudine, di romana memoria, di evitare di aprire le imposte durante le ore più calde, ma di lasciar arieggiare la casa al mattino presto e di sera, chiudendo tutto per il resto della giornata.

Una casa fresca in estate - HST
Alzante scorrevole HST Oknoplast


Gli infissi fanno davvero la differenza per mantenere la casa fresca in estate?

Assolutamente sì. E sono decisamente un investimento ottimale per la vostra casa e per garantire il comfort domestico a tutta la famiglia.

Basti pensare che i vecchi infissi possono causare una dispersione energetica compresa, mediamente, in un range fra il 25% ed il 40%. Tutto ciò si traduce non solo in una casa che non riesce a rispettare validi standard energetici, ma anche in costi maggiori in bolletta.

Di conseguenza è necessario che la scelta dei serramenti ricada su modelli adeguati, capaci di garantire un isolamento termico eccellente e ai quali sia facile affiancare anche dei sistemi oscuranti specifici, a seconda delle esigenze dell’abitazione.

 

Infissi termici: meglio in PVC o alluminio?

Entrambi. La scelta può essere dettata da particolari esigenze estetiche o tecniche, più che altro.

Ma su ciò che non si transige è il fatto di preferire sempre quei modelli che permettono di raggiungere alla tua casa una classe energetica pari ad A, A+ o Gold: le migliori in assoluto secondo gli standard europei e l’Agenzia CasaClima italiana.

Sono proprio questi, infatti, i serramenti giusti per riuscire a mantenere fresca la casa d’estate: quelli che hanno delle specifiche caratteristiche tecniche tali da divenire una vera e propria barriera termica.

Tutte queste peculiarità vengono amplificate nei modelli di infissi progettati con i più moderni ed innovativi materiali, pensati per essere impiegati nel rispetto dei concetti di bioedilizia e di ecosostenibilità.

Oknoplast propone un variegato insieme di modelli di infissi sia in PVC che in alluminio, questi ultimi rigorosamente a taglio termico, pensati per andare incontro alle esigenze di chi vuole migliorare il proprio comfort domestico partendo proprio dal cambio dei serramenti.

Ogni modello è frutto di uno studio accurato, realizzato con materiali innovativi e rispettosi dell’ambiente.

infografica vantaggi in pvc


Le caratteristiche degli infissi Oknoplast per tenere fresca un’abitazione

Le caratteristiche tecniche che gli infissi dovrebbero avere per mantenere la casa fresca in estate sono:

Entriamo adesso più nel dettaglio.


Canalina per il vetro
Warmatec

La condensa sui vetri si forma in quegli ambienti dove è presente un alto tasso di umidità oppure dove vi è un importante scarto termico tra la temperatura interna e quella esterna.

Ciò provoca non solo la possibile formazione di muffe, ma è un inequivocabile segnale della mancanza di un sano microclima all’interno dell’abitazione, con ovvia dispersione della temperatura interna necessaria.

Oknoplast ha adottato sui propri infissi Warmatec: una canalina evoluta, che consente di ridurre del 10% la dispersione della temperatura interna rispetto ai normali serramenti, dicendo così addio alla condensa. In casi estremi, infatti, la canalina in alluminio potrebbe causare la formazione di condensa perimetrale.

La canalina Warmatec migliora inoltre il valore Ug del vetro di 0,1 W/m2K, potenziandone quindi l’isolamento termico.

 

Vetrocamere isolanti, assorbenti o riflettenti

Per avere infissi altamente isolanti un fattore fondamentale è la scelta delle vetrocamere.

Di serie, Oknoplast propone la sua vetrocamera basso emissiva Thermoline 1.0 riempita di gas Argon e capace di garantire un parametro di isolamento termico Ug = 1,1.

Inoltre, la presenza di uno strato di ossidi di metalli nobili riesce a limitare il passaggio di raggi ultravioletti, senza intaccare minimamente l’eccellente trasparenza del vetro stesso. Ciò rende queste vetrocamere perfettamente isolanti già nella versione standard.

Per chi ha l’esigenza specifica di schermare uno o più ambienti dai raggi solari può optare invece per:

    • Vetri assorbenti: sono vetrocamere pensate per modulare i raggi solari provenienti dall’esterno ed evitare il surriscaldamento della casa. Fra le principali caratteristiche abbiamo:
      • Vetro Float
      • Massa pigmentata nei colori marrone, verde, grigio e blu
      • Sistema Antisol, che permette un elevato assorbimento dei raggi solari
    • Vetri riflettenti: alla stregua di quelli assorbenti, sono studiati per la medesima funzione, ma con caratteristiche parzialmente diverse: 
      • Vetro Float
      • Massa pigmentata blu, verde grigio o marrone
      • Sistema Stopsol: è un particolare rivestimento presente sul lato esterno della vetrocamera composto da ossidi metallici capaci di riflettere i raggi solari

La varietà delle vetrocamere esistenti suggerisce la necessità di una consulenza mirata da parte di un tecnico Oknoplast, così da individuare, sulla base delle caratteristiche dell’abitazione e del relativo contesto climatico, quali sono le soluzioni più adatte alle vostra casa.

mantieni la tua casa fresca in estate - Thermoline
Vetrocamera basso emissiva Thermoline 1.0 di Oknoplast, dettaglio


Guarnizioni resistenti in memoria di forma

Non si può immaginare un infisso senza delle guarnizioni adeguate.

Per garantire eccellenti standard isolanti, Oknoplast ha ideato delle speciali guarnizioni a memoria di forma in elastomero termoplastico, un materiale innovativo e dalle alte prestazioni. Tali guarnizioni sono state testate ripetutamente in laboratorio e assicurano la massima efficienza anche in presenza di condizioni climatiche ostili.

In questo modo le guarnizioni sono capaci di resistere a tutti gli agenti atmosferici, anche quelli più estremi.

 

Ventilazione accessoria automatica o manuale

Anche se per preservare il fresco in casa è necessario mantenere le finestre chiuse nell’arco della giornata, è impensabile non effettuare un ricambio dell’aria.

Per evitare l’alterazione del microclima interno, Oknoplast ha pensato a un sistema di ricambio d’aria alternativo, che prevede due diversi dispositivi di microventilazione accessoria:

  1. Aereco: un aeratore con sensore automatico di umidità, applicabile su ogni serramento con larghezza dell’anta a partire da 480 mm. Non disponibile per gli scorrevoli HST.
  2. Ventair: un aeratore con sensore di pressione, che si attiva manualmente. Anch’esso può essere installato su serramenti con le medesime caratteristiche. Non disponibile per gli scorrevoli HST.

Installazione infissi termici: l’importanza della posa tecnica

Gli infissi giusti sono una scelta necessaria per contribuire a mantenere la casa fresca in estate.

La possibilità di poter personalizzare ogni serramento in PVC o in alluminio Oknoplast ti garantisce un rinnovo sostanziale dei tuoi ambienti, puntando sul miglioramento e/o innalzamento dell’efficienza energetica della casa.

Inoltre, c’è la possibilità di poter provvedere all’installazione di eventuali sistemi oscuranti e, dove occorre, anche al cambio del cassonetto degli avvolgibili, optando per un nuovo cassonetto in PVC in grado di aumentare ancor più l’isolamento termico.

Assolutamente da non sottovalutare è l’importanza di una corretta posa di ogni singolo infisso: non è un caso, infatti, che si consigli sempre che l’installazione venga compiuta da tecnici specializzati, in quanto un errato montaggio può compromettere seriamente l’efficienza dei serramenti e, di conseguenza, il comfort domestico.

Cessione credito ecobonus

Posted by Oknoplast

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *