Finestre

Abitazioni a risparmio energetico: cosa puoi fare per abbassare le bollette

26 Maggio 2022

Il risparmio energetico è un tema ormai caro a tutti perché legato soprattutto ai costi di consumo sempre più elevati.

Se il caro bolletta mette in difficoltà sempre più famiglie, fare a meno dell’energia elettrica è praticamente impossibile. A ciò si aggiungono anche le conseguenze devastanti sull’ambiente a causa dell’inquinamento generato per la produzione.

Le abitazioni a risparmio energetico nascono come una delle azioni semplici ma indispensabili che si possono fare: non solo per abbassare i prezzi dell’energia, ma anche per tutelare il pianeta.

Scopriamo cosa significa risparmio energetico, come fare per avere bollette meno care, adottando un consumo più responsabile dell’energia in casa e come usufruire delle detrazioni fiscali.

In particolare vedremo:

Iniziamo.

cessione-del-credito

Cosa si intende per risparmio energetico?

Il risparmio energetico include tutti i comportamenti volti a limitare il consumo dell’energia aumentando l’efficienza.

Da sempre le persone sono interessate a contenere lo spreco di energia soprattutto per ridurre i costi dovuti al loro utilizzo. Oggi più che mai, a causa del notevole aumento dei prezzi dell’energia, abbassarne il consumo è diventata una necessità.

Inoltre, negli ultimi 20 anni, si è aggiunta una crescente consapevolezza da parte della società nel dover cambiare il modo di beneficiare dell’energia per diverse ragioni:

  1. Esaurimento delle fonti energetiche
    I combustibili fossili (gas, carbone e petrolio) rappresentano le principali fonti per la produzione di energia ampiamente sfruttati da parte dell’uomo.
    È stato stimato che nei prossimi 40 anni si potrebbe arrivare a un esaurimento di queste risorse

  2. Problemi di approvvigionamento
    Disuguaglianze tra paesi ricchi e poveri, così come il complesso scenario geopolitico, rendono più difficile la distribuzione delle fonti energetiche

  3. Riscaldamento globale
    L’elevato consumo di idrocarburi genera l’emissione di grandi quantità di gas nell’atmosfera generando un’alterazione del sistema climatico sulla Terra.

Tutto ciò ha imposto la necessità di riconsiderare la questione energetica a livello globale, influenzando con semplici gesti la vita delle persone, a iniziare dalla necessità di realizzare abitazioni a risparmio energetico.

Come abbassare le bollette di casa: buone abitudini e interventi

Esistono tanti modi per ottenere in modo facile il risparmio energetico.

Le azioni che i consumatori possono mettere in pratica vanno dai piccoli accorgimenti da adottare nella vita quotidiana fino a interventi di varia natura per migliorare l’efficienza energetica della casa.

Accorgimenti pratici per consumare meno energia

Gran parte del dispendio energetico tra le mura domestiche è dovuto ad abitudini non corrette, come un uso sconsiderato dell’aria condizionata o del riscaldamento.

In particolare, in casa non serve regolare i termostati su temperature tropicali, in quanto per avere un ambiente confortevole basta vestirsi in modo adeguato – a seconda delle stagioni – e mantenere la temperatura media della propria abitazione sui 20 gradi.

Molto utile è un utilizzo intelligente delle tapparelle e degli altri sistemi oscuranti per gli infissi: per schermare il sole diretto durante l’estate meglio tenerli abbassati mentre in inverno averli alzati nelle ore più calde aiuta a ricevere più raggi solari possibili.

Inoltre è consigliato avere l’abitudine di serrare completamente le tapparelle nelle ore notturne per aumentare l’effetto barriera e migliorare l’isolamento termico della casa.

È fondamentale, per ottenere abitazioni a risparmio energetico, anche osservare alcune semplici regole per quanto riguarda l’illuminazione. Non dimenticare le luci accese, usare lampadine a risparmio energetico, così come non utilizzare l’illuminazione artificiale durante il giorno, aiutano molto a ridurre gli sprechi.

Grande attenzione va data anche alla scelta e a come sono usati molti dispositivi di uso domestico come gli elettrodomestici. Conviene acquistare modelli a basso consumo, preferire un utilizzo serale e spegnerli completamente invece che tenerli in stand-by se inutilizzati. Ancora, evitare di fare lavaggi a mezzo carico di lavatrice e lavastoviglie così come non aprire continuamente il frigo o il freezer riduce molto i consumi energetici.

Quali sono gli interventi a risparmio energetico

L’isolamento termico è tra le azioni più importanti per migliorare l’efficienza energetica della casa.

Per ottimizzare l’isolamento della casa è possibile dotare l’edificio di un cappotto termico. Questo prevede di rivestire la superficie delle mura perimetrali, interne o esterne, con materiale isolante e secondo diverse tecniche.

Importante è anche provvedere all’isolamento termico del tetto dal quale avviene un’elevata dispersione termica. Si calcola che un tetto opportunamente isolato determina un risparmio energetico fino al 45%.

Oltre al tetto anche le finestre generano una dispersione termica alta e quindi, per ottenere abitazioni a risparmio energetico, si può partire proprio dalla sostituzione degli infissi.

Scegliendo infissi di ultima generazione, è possibile avere in casa un perfetto microclima durante tutto l’anno diminuendo lo spreco energetico e anche i costi economici.

Nel dettaglio, finestre in PVC e in alluminio di qualità offrono strutture resistenti agli agenti atmosferici e altamente performanti in termini di isolamento. Come i telai anche i doppi e tripli vetri sono fondamentali per isolare così come le giuste guarnizioni, ferramenta di qualità e l’installazione corretta.

Cambiare gli infissi vecchi è da considerarsi perciò un investimento molto vantaggioso che permette di aumentare il valore dell’immobile, la qualità abitativa e ovviamente diminuire le spese.

Tutto ciò che serve in una finestra di qualità checklist completa

Chi può usufruire delle detrazioni per il risparmio energetico

Per molti interventi finalizzati all’efficientamento energetico sono previste detrazioni che permettono di recuperare parte delle spese sostenute. In generale si tratta di Bonus che interessano una vasta gamma di lavori, come per esempio la sostituzione degli infissi.

Nel caso specifico si decida di sostituire i propri infissi, lo Stato mette a disposizione un incentivo del 50% e le strade per poterne beneficiare sono 2:

  1. È possibile pagare l’intera quota dovuta per la fornitura, per poi recuperare il 50% dell’importo in 10 anni, attraverso la dichiarazione dei redditi sempre ammesso che si abbia sufficiente capienza fiscale da poter compensare
  2. In alternativa alla detrazioni, si può scegliere di beneficiare della cessione del proprio credito al fornitore per avere uno sconto immediato in fattura e pagare così solo il 50% dell’importo dovuto. Usufruire di questa opportunità consente anche agli incapienti di poter beneficiare del Bonus

Le misure adottate, per agevolare gli interventi finalizzati alle abitazioni a risparmio energetico, sono rivolte a un’estesa platea di utenti.

Infatti sono ammessi tutti i contribuenti – residenti e non – che abbiamo le seguenti caratteristiche:

  • Possiedono la proprietà dell’immobile oggetto dell’intervento
  • Hanno la titolarità di un diritto reale sull’immobile (usufrutto, uso, abitazione, ecc.)
  • Sono condomini (nel caso di interventi sulle parti comuni di un edificio)
  • Risultano essere inquilini o comodatari

Quali sono i lavori di risparmio energetico?

Le agevolazioni fiscali, previste per lavori finalizzati all’aumento del livello di efficienza energetica degli edifici esistenti, sono riconosciute per:

  • La riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento
  • Il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni – pavimenti – finestre, comprensive di infissi)
  • L’installazione di pannelli solari
  • La sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale

Inoltre sono inclusi anche l’acquisto e la posa in opera di schermature solari così come di: impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili; dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento, produzione d’acqua calda o climatizzazione delle unità abitative; micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti; generatori d’aria calda a condensazione; la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con apparecchi ibridi costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione.

A quanto ammontano le detrazioni per il risparmio energetico?

Le agevolazioni fiscali per gli interventi per le abitazioni a risparmio energetico hanno una percentuale variabile in base ai Bonus a cui fanno riferimento. I principali sono:

  • Bonus Ristrutturazione 50%: È possibile usufruirne sulle spese di ristrutturazione per un importo fino a 96 mila euro
  • Ecobonus 50%: Detrazione sulle spese sostenute fino a 60 mila euro per la sola sostituzione di infissi
  • Superbonus 110%: È legato a interventi di riqualificazione energetica che interessano interi edifici, siano essi unità abitative indipendenti o condomini. E’ possibile beneficiarne in caso di realizzazione del cappotto termico o sostituzione degli impianti di riscaldamento, volti a migliorare di 2 punti la classe energetica dell’immobile. Questi interventi trainanti possono trainare altri interventi come la sostituzione degli infissi.

Tutti questi bonus possono essere sfruttati anche nella modalità Cessione del credito o Sconto in fattura. È sempre bene informarsi nel dettaglio prima di effettuare qualsiasi tipo di lavoro in casa per capire quali spese è possibile recuperare e come fare ed è per questo che Oknoplast mette a disposizione un team di esperti che può aiutarti a trovare la soluzione più giusta per le tue esigenze.

Abitazioni a risparmio energetico: una scelta intelligente e conveniente

Godere in casa del massimo comfort non vuol dire per forza pagare bollette care e avere consumi energetici elevati.

Infatti se da un lato produrre energia costa e ha impatti negativi sull’ambiente, dall’altro lato adottando comportamenti adeguati si può ottimizzarne l’uso in casa, riducendo i costi e salvaguardando il pianeta.

Accanto a buone abitudini, è senza dubbio utile effettuare i giusti interventi per migliorare l’isolamento della casa. Sostituire gli infissi, per esempio, è un ottimo modo per aumentare la qualità della vita domestica abbassando le bollette energetiche.

Trova rivenditore