L’attenzione crescente al tema ambientale sta portando i consumatori ad informarsi sempre più frequentemente su come ridurre il loro impatto sull’ambiente circostante.

In particolare, quando si parla di abitazioni, si è costantemente più sensibili ai consumi energetici e ci si chiede come costruire una casa ecologica che consenta di ottenere elevate prestazioni ed un alto livello di comfort.

Affinché un’abitazione possa essere considerata tale, è necessario fare alcuni piccoli interventi e sfruttare la loro sinergia per ottenere un risultato soddisfacente su tutti i fronti, da quello estetico a quello economico.

I forti incentivi presenti per alcune categorie di prodotti, come infissi e serramenti, cercano di promuovere quanto più possibile interventi per la riduzione dei consumi globali del Paese.

Grazie ad aziende come Oknoplast, è possibile acquistare prodotti dalle elevate proprietà energetiche, essere aggiornati in tempo reale sulle ultime novità della bioedilizia ed avere una consulenza mirata per il raggiungimento del vostro obiettivo.

Quella che prima era una spesa per il solo bene del pianeta adesso è una realtà che si autoalimenta e che consente di ottenere, su ogni fronte, benefici superiori al caso in cui non si operasse in ottica di ecologia.

In questo articolo vedremo in che modo aumentare la sostenibilità della tua abitazione grazie ad alcuni semplici accorgimenti, in particolare parleremo:

Prosegui con la lettura per saperne di più.

Coibentazione per il comfort abitativo

Una corretta coibentazione dell’abitazione è il primo passo per consentirti di godere di un ambiente confortevole e dai consumi ridotti.

Affinché tu possa beneficiare del minimo consumo energetico però, è necessario che la tua abitazione sia isolata in modo tale per cui la dispersione del calore delle sue pareti coincida esattamente con i parametri prescritti dalla normativa vigente.

Infatti, una scarsa coibentazione favorirebbe un rapido raffreddamento della casa in inverno ed un altrettanto veloce riscaldamento in estate.

D’altra parte, isolando eccessivamente le pareti si ottiene quell’effetto per cui, anche durante una fresca notte dei mesi più caldi, all’interno dell’abitazione si percepisce comunque una temperatura molto elevata.

Ruolo chiave in questo processo è detenuto sicuramente dagli infissi, ovvero le superfici dell’ abitazione che tipicamente risultano avere le dispersioni maggiori, comportando notevoli aumenti nei consumi di elettricità e gas.

Ecco perché è fortemente consigliabile installare serramenti in grado di migliorare l’efficienza energetica dell’edificio.

costruire una casa ecologica e migliorare il comfort abitativo

Gli infissi più moderni, infatti, riescono ad isolare in maniera impeccabile ogni stanza risolvendo il problema degli spifferi d’aria che caratterizzavano le finestre più vecchie.

Se è vero però che in questo modo si migliora il profilo energetico dell’abitazione, rendendola senza dubbio più green, è anche vero che il ricambio d’aria all’interno dello spazio abitativo è fondamentale per preservare la salute della struttura e di chi la abita.

Grazie al ricircolo d’aria, infatti, si previene l’accumulo di umidità e i relativi problemi di condensa e muffa, oltre ad eliminare inquinanti e sostanze nocive per la salute che si accumulano durante la giornata.

Come fare allora per trovare il giusto equilibrio tra dispersione termica e corretta aerazione degli ambienti?

Oknoplast ha ideato windAIR: un esclusivo sistema di microventilazione perimetrale che ti consente di ventilare le stanze in maniera adeguata, mantenendo sempre una temperatura costante ed ideale in casa.

WindAIR rappresenta una perfetta soluzione per costruire una casa ecologica, questo perché ti permette di arieggiare senza spalancare la finestra, ossia evitando inutili dispersioni di calore.

Ruotando la maniglia di 180° infatti si attiva un’apertura di soli 6 mm che scorre lungo tutto il perimetro dell’infisso che consente un passaggio delicato dell’aria esterna evitando però sprechi di energia.

Non è un caso se proprio windAIR è stato eletto Prodotto dell’Anno 2021 per la categoria “finestre”!

Elettrodomestici ad alta efficienza

La quasi totalità dei consumi domestici dipende dagli elettrodomestici che hai in casa, fra i principali troviamo:

  • Frigorifero: funzionando 365 giorni all’anno, incide significativamente sui consumi, nonostante la sua poca potenza totale
  • Lavatrice: soprattutto se si ha l’abitudine di effettuare cicli ad alta temperatura, questo elettrodomestico può impattare fortemente sul costo totale dell’energia elettrica della vostra abitazione.
    Spesso, lavare ad alta temperatura non è necessario, ma è solo una cattiva abitudine, che ormai può essere soppiantata dall’elevata efficacia dei cicli di lavaggio degli elettrodomestici in commercio.
  • Asciugatrice: di recente diffusione nelle case italiane, consente di sfruttare una piccola pompa di calore per asciugare il proprio bucato.
    Nonostante la potenza massima non sia molto elevata, se utilizzata spesso e in modo non ottimale può comportare una spesa non trascurabile.
  • Forno: i consumi derivanti da quest’ultimo elettrodomestico sono dovuti maggiormente all’elevata potenza assorbita durante il suo funzionamento e può variare notevolmente in base alle abitudini alimentari.
    Alcune famiglie lo usano quotidianamente, mentre altre non lo prendono neanche in considerazione nel loro progetto di costruzione di una casa ecologica.

Preferire elettrodomestici ad altissima classe energetica ti consentirà di limitare quanto più possibile i consumi di energia relativi alle attività quotidiane, come cucinare o fare il bucato.

L’indice energetico infatti, indica il consumo annuo medio di quel preciso elettrodomestico che, ovviamente, si può tradurre direttamente nel costo della bolletta. Preferisci sempre elettrodomestici in classe A+, A++ o superiori; solo così avrai la certezza di impattare il meno possibile sull’ambiente, permettendoti di seguire a pieno lo stato dell’arte su come costruire una casa ecologica.

costruire una casa ecologica con elettrodomestici a basso consumo

L’importanza di impianti rinnovabili

Affinché la tua casa possa essere considerata ecologica, l’aspetto energetico non può essere trascurato.

Nelle moderne abitazioni, l’installazione di impianti per la produzione di energia è considerata, ad oggi, come requisito fondamentale da dover rispettare per poter commercializzare la casa come nuova.

Anche per quelle oggetto di ristrutturazione il discorso è il medesimo. Sfruttando questi impianti è possibile ottenere una cospicua riduzione dei consumi ed un abbattimento delle emissioni dell’abitazione.

Fra i principali impianti che possiamo considerare come rinnovabili, troviamo:

  • Solare termico: consiste nell’utilizzare l’energia del sole per produrre acqua calda, da utilizzare per riscaldare la casa o come acqua calda sanitaria.

    Si realizza installando sul tetto, o in campo aperto, alcuni pannelli solari termici, al cui interno l’acqua scorre riscaldandosi. Viene poi convogliata in un sistema di accumulo, che solitamente consiste in un serbatoio di grandi dimensioni ben coibentato.

    Questo ti consentirà di avere acqua calda anche in orari in cui il sole è già tramontato, senza dover ricorrere a sistemi ausiliari alimentati da elettricità o gas.

  • Solare fotovoltaico: è molto simile al caso precedente, ma con la differenza che i pannelli fotovoltaici producono energia elettrica e non acqua calda.

    Una volta prodotta l’energia in corrente continua, questa viene trasformata in corrente alternata da un componente chiamato inverter. Grazie a questo infatti, è possibile immettere la stessa energia nel circuito domestico, consentendoti di utilizzare preziosa energia elettrica rinnovabile.

  • Geotermico: vengono solitamente interrate delle tubazioni nel proprio giardino e vengono poi abbinate a pompe di calore ad acqua, in grado di produrre acqua calda per i consumi idrico-sanitari, acqua calda per il riscaldamento ed acqua fredda per il raffrescamento estivo.

    Sfruttano il calore del terreno per riscaldare indirettamente l’abitazione in inverno, mentre d’estate lo stesso terreno funge da dissipatore di calore.

  • Pompe di calore: sono sistemi ad elevatissima efficienza che permettono di convertire 1 unità di energia elettrica in 3, 4 o persino 5 unità di energia termica o frigorifera.

    Vengono spesso abbinate a caldaie a gas, impianti geotermici o impianti a pavimento per sfruttare le fortissime sinergie, in grado di far raggiungere un’efficienza elevatissima al sistema.

  • Biomasse: fonte di energia pulita, le biomasse possono essere utilizzate per la produzione di energia termica.

    Si usa solitamente una caldaia che, invece di funzionare a gas, utilizza pellet, cippato o legna. Vengono sempre più spesso installati dei moduli idronici che permettono di convertire l’elevato calore prodotto in acqua calda, per alimentare i sistemi di riscaldamento dell’abitazione.

È di fondamentale importanza sottolineare che gli impianti vengono dimensionati in base a quelle che sono le reali dispersioni della tua abitazione.

Se, ad esempio, vengono installati infissi e serramenti ad elevata efficienza energetica, potrai godere di una riduzione nel costo degli impianti.

La tua abitazione, avendo meno dispersioni, necessiterà di impianti di riscaldamento più piccoli arrivando in alcuni casi a rinunciare al sistema di raffrescamento.

Questo ti consentirà di ridurre notevolmente il costo di acquisto di questi sistemi e di limitare al minimo necessario l’esborso per il pagamento delle bollette.

costruire casa ecologica e installare pannelli solari

Schermature solari

Fino pochi anni fa, il termine “schermature solari” era quasi del tutto sconosciuto.

Ora invece, grazie alla sensibilità sempre maggiore per i consumi, è diventato uno degli interventi più proposti per le nuove abitazioni e anche per quelle, invece, per cui una completa ristrutturazione costerebbe troppo.

Dal lato pratico, un sistema oscurante per finestre viene utilizzato proprio per schermare le abitazioni dalle radiazioni solari.

Queste soluzioni vengono solitamente installate in presenza di ampie superfici vetrate, soprattutto se esposte a Sud.

Come già anticipato, riducendo l’energia che in estate entra nella tua abitazione, potrai ottenere uno dei seguenti benefici, sia economici sia fisici:

  • Riduzione di taglia dell’impianto di raffrescamento
  • Eventuale assenza totale di impianto di raffrescamento
  • Maggiore vivibilità delle zone vicino le finestre
  • Migliore regolazione della luminosità ambiente

Così facendo aumenterà la sostenibilità della tua abitazione, ma anche il livello di benessere di chi ci abita.

Schermature solari per finestre

Ci teniamo a ribadire che le finestre sono i punti di maggiore dispersione di calore ed energia. Per questo è importante anche schermarle dal calore in entrata, soprattutto nei mesi più caldi.

Esistono diversi sistemi oscuranti per finestre, ma i più diffusi sono:

  • Scuretti interni: sono una soluzione pratica per riuscire a isolare un ambiente dall’esterno senza per forza dover aprire le finestre, garantendo un’ottima privacy ed anche un piccolo miglioramento delle performances termiche.

    Grazie alla vasta gamma di colori disponibili proposta da Oknoplast per i suoi scuretti interni, avrai la possibilità di installare in casa un elemento in grado di coniugare eleganza, design e funzionalità.

  • Veneziane interne: ideali per ambienti che necessitano di una certa privacy, le veneziane interne alla videocamera sono in grado di filtrare il flusso luminoso in ingresso con precisione, grazie alle alette regolabili mediante motore elettrico.

    La veneziana è appunto inserita direttamente all’interno della vetrocamera, evitando così ogni tipologia di manutenzione o pulizia.

  • Cassonetti restauro: sono quegli elementi che rivestono la parte meccanica dell’avvolgibile e chiudono il foro finestra, isolando l’ambiente dagli spifferi.

    Rappresentano una valida soluzione per costruire una casa ecologica, in quanto grazie alla coibentazione interna riescono a raggiungere eccellenti parametri di isolamento.

    Grazie ai cassonetti restauro l’abitazione viene isolata sia dal freddo sia dai rumori esterni, migliorando così il comfort e il risparmio energetico dell’edificio.

  • Cassonetti monoblocco: rappresentano un’opzione particolarmente valida per schermare la tua abitazione nei mesi più freddi.

    A differenza di quelli restauro, i cassonetti monoblocco in PVC sono dotati di tapparelle in alluminio le cui stecche hanno un profilo brevettato riempito di poliuretano espanso.

    Questo significa che l’isolamento termoacustico di questa soluzione è maggiore rispetto alle classiche tapparelle in PVC.

    Inoltre, i modelli tecnologicamente più avanzati come quelli Oknoplast possono essere collegati al sistema domotico della tua abitazione, così da poter azionare le tapparelle con un semplice e comodo click.

  • Frangisole a lamelle orientabili: applicati a finestre o porte finestre riescono a schermare i raggi solari in ingresso e a regolare l’intensità della luce in base alle tue esigenze. Soprattutto nei mesi estivi, avere l’opportunità di ridurre la quantità di luce in alcune stanze evita il surriscaldamento degli ambienti e favorisce il risparmio energetico diminuendo l’uso dei condizionatori.

    Inoltre, i frangisole di qualità dispongono di lamelle realizzate in alluminio – che è un materiale riciclabile all’infinito, oltre ad essere performante dal punto meccanico e di bassa manutenzione.

Scuretti, cassonetti monoblocco e frangisole a lamelle, dunque, oltre a migliorare la privacy e il comfort abitativo sono perfettamente in grado di offrire ottimi risultati in termini di isolamento termoacustico, aumentando così di fatto la sostenibilità della casa.

costruire una casa ecologica e oscurare le finestre con veneziane interne Oknoplast
Veneziane interne Oknoplast

Infissi performanti

Una casa ecosostenibile dovrà essere in grado di gravare il meno possibile sui consumi totali di energia, imputabili in buona parte a dispersioni o a spifferi d’aria provenienti dalle finestre.

Grazie all’utilizzo di materiali performanti come il PVC o l’alluminio e all’introduzione di soluzioni sempre più innovative Oknoplast è riuscita ad imporsi sul mercato con prodotti all’avanguardia, competitivi e dal design adatto ad ogni tipologia di abitazione.

I principali vantaggi che si ottengono nello scegliere infissi funzionali e performanti sono molteplici:

  • Isolamento termico tra ambiente esterno ed interno
  • Isolamento acustico dai rumori
  • Personalizzazione del prodotto, dal colore alla tipologia di vetro
  • Accesso alle detrazioni fiscali utili a risparmiare sull’acquisto dei nuovi infissi
  • Maggior comfort abitativo

Dotare la tua abitazione di porte e finestre di ultima generazione, quindi, ti permette di avere un impatto ridotto sull’ambiente e di tagliare le spese relative al consumo di energia necessaria a riscaldare o raffreddare i diversi ambienti.

Se decidi di orientarti verso l’acquisto di infissi più performanti potrebbe essere utile sapere che puoi approfittare degli incentivi economici concessi dallo Stato proprio per ottimizzare l’efficienza termica degli edifici.

Inoltre, rivolgerti ad aziende particolarmente sensibili ai valori della sostenibilità semplifica sicuramente la scelta dell’infisso più adatto alla tua abitazione.

Oknoplast, ad esempio, dispone del certificato Casa Clima che viene rilasciato solo a quelle realtà che si distinguono per l’elevata competenza tecnica e per una gestione aziendale sostenibile.

Cambiare infissi e serramenti

L’importanza del “vetro”

La vecchia concezione di “vetro” come elemento trasparente e passivo da inserire negli infissi è oramai un concetto superato.

Nella quasi totalità dei casi si parla ora di “vetrocamera”: un sistema realizzato tramite l’unione di due o più lastre di vetro, che vengono separate da un’intercapedine riempita di gas (tipicamente aria o Argon) così da raggiungere prestazioni molto più elevate in fatto di isolamento termico.

Un esempio è la vetrocamera Thermoline 1.0 di Oknoplast, che consente di ottenere:

  • Elevato isolamento termico
  • Elevato isolamento acustico
  • Limitate perdite di calore dell’ambiente in inverno
  • Limitato surriscaldamento degli interni in estate
  • Eccezionale trasparenza del vetro, grazie all’utilizzo di metalli nobili

Per chi, oltre all’efficienza energetica, non volesse rinunciare anche ad una protezione anti effrazione aggiuntiva, potrà scegliere la gamma Oknoplast di vetri stratificati. Nonostante le elevate prestazioni meccaniche, beneficiano ugualmente dei vantaggi in termini di risparmio.

Riqualificare edifici esistenti

Il mercato immobiliare degli ultimi anni si contraddistingue per il progressivo ampliamento del divario fra le nuove abitazioni e quelle invece oggetto di ristrutturazione.

Se le prime spiccano per un forte orientamento alla bioedilizia ed alla riduzione delle emissioni, le altre invece possono vantare delle metrature molto più consistenti e, tipicamente, anche una maggiore indipendenza.

Un numero sempre crescente di possibili acquirenti si orienta per questi motivi verso l’acquisto di un’abitazione esistente con lo scopo di effettuare una ristrutturazione.

ristrutturare o costruire una casa ecologica con pannelli solari

Bonus infissi 2021

La scelta della tipologia di infisso potrebbe aprirti le porte non solo ad un risparmio su consumi e bollette, ma anche in termini di costo dell’investimento.

Lo Stato, infatti, ha predisposto una serie di agevolazioni che consentono di beneficiare di particolari incentivi fiscali qualora tu decidessi di rendere la tua casa più ecologica ed efficiente sotto il profilo energetico.

Il Bonus Ristrutturazione, l’Ecobonus e il Superbonus 110% ti permettono di sostituire le finestre, purchè ci siano i requisiti necessari, e volendo anche di ottenere uno sconto immediato in fattura, secondo quanto previsto dal decreto Rilancio in merito alla cessione del credito.

I bonus, dunque, vanno nella direzione della sostenibilità in quanto sono disponibili solo svolgendo tutta una serie di lavori che hanno come obiettivo quello di migliorare la classe energetica delle abitazioni.

Ma quali sono gli incentivi disponibili? Vediamoli brevemente:

  • Ecobonus: ti consente di sostituire gli infissi beneficiando di una detrazione fiscale del 50% in caso di miglioramento dell’efficienza energetica dell’immobile. Il limite di spesa per l’intervento di sostituzione delle finestre è fissato di 60.000 euro e puoi decidere se avere lo sconto immediato in fattura pagando direttamente la metà o di optare per la cessione del credito.
  • Bonus ristrutturazione: in questo caso la detrazione del 50% spetta a chi effettua lavori di ristrutturazione e decide di sostituire gli infissi esterni e i sistemi oscuranti con modelli di nuova generazione dai minori valori di trasmittanza termica. Una volta terminati i lavori di cambio dei serramenti, è necessario inviare entro 90 giorni apposita comunicazione telematica all’ENEA.
  • Superbonus 110%: ti permette di recuperare come credito d’imposta il 110% della spesa sostenuta per gli interventi trainanti di riqualificazione energetica e gli eventuali interventi secondari associati. Condizione necessaria per accedere all’incentivo è che vi sia un importante miglioramento dell’efficienza energetica dell’edificio che deve aumentare di almeno 2 classi. Questo significa che se la sostituzione degli infissi avviene in concomitanza con uno degli interventi cosiddetti trainanti del Superbonus (ad esempio l’isolamento termico dell’involucro dell’edificio) la spesa sostenuta per le nuove finestre è praticamente gratis perché detraibile al 110%.

Mai come oggi, quindi, è conveniente rendere la tua casa più ecologica!

Sistemi scorrevoli per ottimizzare lo spazio

Le moderne tecnologie ed i materiali all’avanguardia rendono disponibili sul mercato porte e finestre scorrevoli che consentono di ottimizzare notevolmente lo spazio a disposizione.

Come evidenziato nel paragrafo precedente, infatti, l’ottimizzazione degli spazi è una questione sempre più frequente da dover affrontare nel processo di conversione di un’abitazione esistente in una ecologica o nell’acquisto di una nuova, rispondente alle normative ambientali più recenti.

La scelta dei sistemi scorrevoli viene fatta sempre più spesso tenendo conto degli innumerevoli benefici che riescono ad offrire come ad esempio:

  • Elevata maneggevolezza
  • Silenziosità di scorrimento
  • Ingombro pressoché nullo
  • Altissima luminosità conferita all’ambiente
  • Alto grado di personalizzazione del profilo

Senza contare che gli infissi scorrevoli rappresentano una soluzione di grande effetto in quanto le grandi superfici vetrate oltre a far entrare molta luce sono spesso caratterizzate da un design moderno e raffinato.

costruire una casa ecologica e ottimizzare lo spazio - alzante scorrevole HST
Alzante scorrevole HST di Oknoplast

Evitare prodotti inquinanti

Oknoplast si impegna quotidianamente nel realizzare prodotti ad altissima sicurezza. Può essere considerata come una delle aziende più sensibili a questi temi, grazie anche alle numerose certificazioni internazionali ottenute da enti indipendenti.

Una di queste assicura al cliente la totale assenza di VOC, ovvero Volatile Organic Compound, nei prodotti commercializzati. Questi ultimi infatti, risultano essere dei composti organici molto volatili e dannosi per la salute, tipicamente rilasciati nel tempo dai materiali utilizzati per la costruzione di infissi, componenti d’arredo e molti altri prodotti presenti nelle nostre case.

Fra i componenti dannosi principalmente rilevati in ambiente domestico, troviamo:

  • Formaldeide
  • Acetaldeide
  • Percloroetilene
  • Xilene
  • Benzene
  • Piombo

Ricordati, quindi, di utilizzare solo prodotti che garantiscano una totale assenza di componenti inquinanti nella costruzione della tua casa ecologica.

In secondo luogo, l’impatto ambientale delle attività umane viene definito come la principale causa del surriscaldamento globale e dell’aumento medio degli inquinanti nell’aria. Sempre più aziende scelgono un approccio quanto più green ed ecosostenibile possibile, al fine di commercializzare prodotti sicuri e rispettosi dell’ambiente.
Lo sforzo giornaliero per garantire questi standard è giustamente motivo di orgoglio da parte di molte aziende.

Dalla materia prima agli scarti

Per poter considerare un prodotto a basso inquinamento, non è sufficiente affermare che il suo processo di fabbricazione segua rigide regole ambientali. Questa è solo la fase intermedia e, forse, anche la più facile. Avendo infatti gli stabilimenti produttivi e i loro processi sotto controllo tutti i giorni, è possibile rendersi subito conto se si sta operando o meno nel rispetto dell’ambiente.

Le fasi più difficoltose si verificano invece prima e dopo. La fabbricazione di un componente non può avvenire senza aver prima approvvigionato le materie prime. Essere sicuri che queste rispondano effettivamente agli standard che si impongono ai propri fornitori presuppone certificazioni di prodotto e fiducia imprenditoriale.

Come ultima fase, troviamo quella di smaltimento dei rifiuti. Durante le lavorazioni vengono prodotti tipologie e quantità diverse di scarti. Aziende come Oknoplast, ad esempio, si impegnano a separare il 100% degli scarti di lavorazione per riciclarli, o smaltirli in modo ecologico.

Inoltre, come ulteriore contributo verso la sostenibilità ambientale Oknoplast ha fatto sì che venissero piantati centinaia di alberi in Guatemala, donando così una boccata di ossigeno all’atmosfera e alle piccole comunità locali che vivono in condizioni disagiate.

In collaborazione con Treedom, grazie a questo progetto sono stati piantati ben 500 alberi da frutto che consentono di assorbire 56.700 kg di CO2.

L’attenzione quotidiana di Oknoplast verso i temi relativi alla sostenibilità le permette di essere annoverata come una delle realtà più eco-friendly del settore, in grado di sostenere i clienti che decidono di compiere scelte più consapevoli ed ecologiche.

Trova rivenditore

Posted by Oknoplast